Giovedì 29 Giugno 2006

- Sezione 1 - Dal Big Bang al 5000 A.C. - Temi principali

La biologia

Circa 4 miliardi e mezzo di anni fa nasce la terra, gli atomi si organizzano in molecole semplici e in strutture cristalline e infine in molecole organiche più complesse; dopo poco più di un miliardo di anni nascono le prime forme di vita.

Circa tre miliardi di anni fa sono emerse alcune strutture (organismi unicellulari) dotate di sistema informativo, cioè capaci di gestire il loro funzionamento interno e di riprodursi. Questi organismi avevano ed hanno anche la capacità di scambiare informazioni col mondo esterno. Questa caratteristica, detta anche sensibilità,
è realizzata mediante sensori e attuatori che rappresentano l’interfaccia fra organismo e mondo esterno.

Con la comparsa dei viventi pluricellulari aumenta la complessità interna dell’organismo e diventa più complesso di conseguenza il sistema informativo che migliora e diversifica la sensibilità alle sollecitazioni esterne ed aumenta la capacità computazionale interna.
Esso evolve fino ad assumere la valenza di un programma che descrive tutte le caratteristiche morfo-fisiologiche dell'organismo. Questo programma, chiamato genoma, contiene le informazioni necessarie alle cellule per gestire tutte le loro attività. Le cellule sono quindi macchine atomiche che, come i moderni robot impiegati nell’industria manifatturiera,
sono sempre in moto e sono capaci di leggere ed elaborare informazioni utili per trasformare materia ed energia. Il software di gestione del sistema vita è scritto in codice in una memoria stabile detta DNA (acido desossiribonucleico) che strutturalmente è una macromolecola organica capace di replicarsi proponendosi come sede dell’informazione di generazione in generazione.

Home Tour virtuale Sezione 1 Temi principali