Giovedì 29 Giugno 2006

- Sezione 5 - Dal 1979 al 1994 - Temi principali

La nascita di Internet

Internet, come è conosciuta oggi, è un complesso fenomeno in cui si può individuare una struttura che evolve sotto la spinta di varie forze e con l’apporto di quattro filoni tecnologici:

Internet, come è conosciuta oggi, è un complesso fenomeno in cui si può individuare una struttura che evolve sotto la spinta di varie forze e con l’apporto di quattro filoni tecnologici:

A) un metodo di trasmissione “logico”: TCP/IP;

B) uno standard di trasmissione “fisico”: Ethernet;

C) una maniera di localizzare, (de)scrivere e accedere ai dati: WWW;

D) un linguaggio di programmazione: Java.

Questi filoni sono comparsi e si sono evoluti in maniera abbastanza intrecciata: nel seguito, comunque, vengono esaminati indipendentemente, prima di tratteggiare brevemente l’evoluzione del “sistema” Internet.

A) Il protocollo TCP/IP fu ideato nel 1974 da Vinton Cerf e Robert Kahn (alla Stanford University); nel 1979 alle università e centri di ricerca aderenti ad ARPANET viene distribuito il sistema operativo BSD Unix (sviluppato a Berkeley) che contiene questo nuovo protocollo; l’anno successivo cominciò la conversione (terminata nel 1983) di ARPANET dal vecchio protocollo NCP. TCP/IP permette di gestire le “piccole” reti (locali) e le connessioni geografiche tra queste in maniera uniforme. È la base di tutti gli altri protocolli effettivamente usati oggi. Agli inizi degli anni ’80 compare il cosiddetto modello ISO/OSI (pubblicato ufficialmente nel 1984) che concettualizza il problema delle trasmissione di dati individuando sette livelli (invece dei cinque di TCP/IP): nonostante il notevole lavoro teorico connesso (e i molti protocolli che si inquadrano nel modello) il modello influenza poco i metodi attuali di trasmissione, che rimangono fortemente basati su TCP/IP.

B) Ethernet è stata sviluppata da Robert Metcalfe e David Boggs dal ‘73 al ‘76 alla Xerox, nell’ambito delle ricerche che hanno dato origine alla GUI, al lavoro cooperativo, all’officeautomation e, in definitiva, al PC. Inizialmente aveva la velocità di 3 Mbps e impiegava un grosso cavo coassiale (detto, appunto, thick).

Agli inizi degli anni ’80 raggiunge la velocità di 10 Mbps e nel 1985 è standardizzata (IEEE 802.3a) su cavo coassiale sottile (detto thin).

Nel 1989 nasce switched Ethernet (che migliora in maniera essenziale le prestazioni) e nel 1990 viene introdotto Ethernet su doppino telefonico (IEEE 802.3e); verso la fine del periodo viene elaborato lo standard a 100 Mbps (IEEE 802.3u) detto “fast Ethernet” (che è reso ufficiale nel 1995).

Nel frattempo, agli inizi degli anni ’80, IBM sviluppa Token Ring che ha la velocità di 4Mbps e viene standardizzata nel 1985 (IEEE 802.5); nel 1989 fu portata a 16 Mbps. Verso la metà degli anni ’90 fu completamente abbandonata, specialmente in seguito alla comparsa di fast Ethernet (anche se furono introdotti standard fino a 1Gbps: la sua fortuna seguì quella di MCA per i personalcomputer).

C) Nell’agosto 1991 il CERN cominciò a pubblicizzare il progetto World Wide Web, dopo che per due anni Tim Berners-Lee aveva sviluppato:

  • l’URL (UniformResourceLocator), cioè la maniera di identificare e localizzare le informazioni,

  • il linguaggio HTML (HyperText Markup Language) per descriverle,

  • il protocollo HTTP (HyperTextTransferProtocol) per accedervi,

e già erano disponibili le prime “pagine” nella rete dell’ente; queste erano nate in seguito alla esigenza dei fisici di condividere e diffondere il risultato delle loro ricerche. La tecnologia, nota come WWW o semplicemente Web, si diffonde rapidamente a causa della estrema facilità di creare nuovi documenti e collegarli a quelli già esistenti: nascono i motori di ricerca e i directoriy per consentire agli utenti di localizzare le informazioni.

Nel 1993 viene rilasciato il primo browser commerciale: Mosaic; alla fine dell’anno il primo motore di ricerca, Lycos (dal nome scientifico di un ragno predatore) creato alla CarnegyMellonUniversity, censisce 800˙000 “pagine”. Nella seconda metà del 1994 esce Netscape, che per qualche anno sarà il browser più diffuso (e precede di un anno Internet Explorer della Microsoft).

A metà degli anni ‘90 la parola Internet era già estremamente comune e, nella mente del pubblico, si riferiva essenzialmente al WWW (confondendo, quindi, la struttura di comunicazione con uno dei servizi forniti).

D) Il linguaggio (e la piattaforma) Java nacque da un progetto interno alla Sun Microsystems alla fine del 1990 (chiamato prima Stealth e poi GreenProject) come alternativa al C++ per le applicazioni embedded (per esempio gli elettrodomestici evoluti). Nato col nome Oak nel 1994 viene rinominato Java e reso disponibile su Internet; l’anno successivo con l’annuncio del supporto del browser Netscape comincia la marcia verso lo standard come linguaggio per le applicazioni su Internet.

Alla fine degli anni ’70 l’ARPA passa la gestione di ARPANET (che a causa del successo e diffusione non poteva più dirsi un progetto di ricerca) alla Defence Communication Agency. Viene creato lo ICCB (Internet Configuration Control Board) nel 1979 per coordinare lo sviluppo della rete.

Nel 1984 (dopo che l’anno precedente era stata terminata la conversione a TCP/IP) la porzione militare della rete viene scorporata e costituisce MILNET.

In questo periodo Paul Mockapetris e Jon Postel cominciano a lavorare su quello che è conosciuto come DNS (DomainNameSystem): la maniera di associare un nome simbolico a un indirizzo IP; nel 1987 viene fissato lo standard oggi in uso.

Intanto altre organizzazioni, oltre a quelle strettamente di ricerca, aderiscono alla rete: praticamente tutte le università americane e molte aziende produttrici di apparecchiature e servizi infornmatici.

Un’altra organizzazione governativa, la NSF (National Science Foundation), intorno alla metà degli anni ’80 cominciò a finanziare la NSFNet che consisteva in un backbone che collegava le installazioni di supercomputer.

Lo ICCB diventa IAB (Internet Advisory Board) verso la fine del 1984 e, mantenendo lo stesso acronimo, Internet Activities Board nel 1986.

Alla fine degli anni ’80 il Dipartimento della Difesa interrompe il finanziamento di ARPANET (i cui ultimi nodi si distaccano nel 1989); da allora la responsabilità della connessione passa a una agenzia civile la NSF: nel 1988 i backbone sono portati a 1.5 Mbps; viene creato lo IANA (Internet Assignement Number Authority) per amministrare lo spazio degli indirizzi IP.

Nel 1986 viene insediato lo IETF (InternetEngineeringTaskForce) per coordinare, sviluppare e promuovere gli standard su cui si basa la rete; agli inizi degli anni ’90 diventa un organismo internazionale e indipendente da governo americano.

Nel 1989 i nodi collegati superano i 100˙000.

Prima dell’introduzione del WWW i principali servizi disponibili all’utente finale sono:

  • email, dalla fine degli anni ’60. Ray Tomlison introdusse il simbolo @ nel 1971 (insieme ai programmi allora più noti per inviare e ricevere la posta); fu la killerapplication di ARPANET;

  • Telnet, dagli inizi degli anni ’70, per accedere (direttamente)a un computer remoto;

  • FTP, dal 1971 (completamente definito solo nel 1985) per accedere indirettamente a un computer remoto e trasferire i file;

  • USENET, introdotto nel 1979 alla Duke Univrsity come “ARPANET dei poveri”, verso la fine degli anni ’80 si diffonde su Internet; gli utenti suddivisi in newsgroup leggono e affiggono messaggi (detti articoli) come fossero messaggi attaccati su un tabellone; porta alla diffusione di termine come FAQ (FrequentlyAskedQuestions) o spam;

  • IRC, creato nel 1988, per comunicare in tempo reale su Internet; permette sia la comunicazione “molti a molti” che tra singoli utenti.

Nel 1991 NSF apre internet all’uso “commerciale”.

Nel 1992 il numero dei nodi supera il milione; viene creata la ISOC (InternetSOCiety) come struttura organizzativa per il supporto dello sviluppo di Internet: vi aderiscono IETF e IAB (ribattezzato Internet Architecture Board); ha sedi negli Stati Uniti e in Svizzera. Viene creato il RIPE (Reseaux IP Europeens) per svolgere le attività di amministrazione degli indirizzi IP in Europa.

Nel 1993 viene creato da NSF lo InterNIC per la registrazione e pubblicizzazione dei domini.

Nel 1994 ARPANET/Internet festeggiano il 25 anniversario. In Europa nasce TERENA che (fondendo due precedenti associazioni) raggruppa le reti degli enti di ricerca e delle università (il GARR è la rete italiana).

Home Tour virtuale Sezione 5 Temi principali